Logo teatroprova 2012 associazione artistica
 teatroprova.it

 

 

  
  
Shakespeare Veneto Banner social
Per il 400° anniversario dalla Morte, un evento dedicato al drammaturgo che tanto ha dato al Veneto e a Verona e che vogliamo onorare con alcuni momenti teatrali tratti dalle sue opere accompagnati dalla musica dal vivo. 
PROSSIME DATE
 
 “Non esiste mondo fuori dalle mura di Verona;
fuori c'è solo il purgatorio, il tormento l'inferno.
Chi è bandito da qui, è bandito dal mondo,
e l'esilio dal mondo è la morte.”
(Romeo e Giulietta atto III scena III)
 
Così Shakespeare descrive la vita in Verona agli occhi del mondo e così è rimasta nella sua opera Romeo e Giulietta, immortalata nei secoli.
Quest’anno ricorre il 400° anniversario della sua morte e vorremmo onorarla con alcuni momenti teatrali tratti dalle sue opere. Nel fare questo ci siamo resi conto che Shakespeare ha ambientato nel Veneto cinque sue opere e che di queste ben due collocate a Verona. Ma quale rapporto può esserci stato tra lui e il Veneto? Cosa lo ha spinto a scrivere "I due gentiluomini di Verona", "Il mercante di Venezia", "Otello", "Romeo e Giulietta", "La bisbetica domata"?
Allora non esisteva certamente la comunicazione di oggi, gli scambi andavano a passo di cavallo, perciò come poteva una persona di un paese straniero sapere storie, descrivere ambienti così lontani da raccontarli e, addirittura, da tradurli in scena? Che Shakespeare sia stato effettivamente dalle nostre parti, che abbia visitato Verona, vissuto a Padova, che sia andato su e giù per i ponti di Venezia?
Che Shakespeare abbia visitato Verona, abitato a Padova e sia andato su e giù per i ponti di Venezia possiamo escluderlo. Le possibilità di conoscenza senza dover viaggiare erano infinite anche a quei tempi. In special modo a Londra che era un approdo cosmopolita di uomini e di situazioni. Non solo: nella capitale inglese vivevano italiani ben rappresentativi in grado di rispondere a tante curiosità domestiche. E infine c'è da dire che Shakespeare non cura la perfezione descrittiva. La sua è scrittura impressionistica. Non indugia nella compiutezza dei luoghi. Evita le precisioni geografiche, toponomastiche. Il suo obiettivo è altro: suscitare fantasie, sentimenti. Perciò Shakespeare non descrive mai: evoca. La sua poetica è tutta lì.
Da queste considerazioni abbiamo scelto alcuni brani significativi e divertenti delle cinque opere e le abbiamo messe insieme in una lettura-drammatizzazione che ha coinvolto più persone, ma in particolare alcuni giovani. Non potevamo dimenticare che Romeo e Giulietta, Caterina e Petruccio erano molto giovani e quindi era necessario avere attori giovani per interpretarli, cosa realizzata.
Speriamo così di aver onorato questo grande del teatro mondiale e soprattutto di aver reso merito anche al nostro territorio da lui stesso ammirato.
 
Lettura ed interpretazione con:
Myriam Leorato, Denise Cunico, Emiliano Albor Boscato, Giusi Di Nunzio, Elda Scalzotto, Massimo Mosele, Leonardo Di Noi
 
Musiche scelte dal M° Silvano Perlini e suonate da Elisa Zanoni al flauto e Giorgio Dimitrovic al violino

 

DOVE SIAMO STATI

24 Settembre 2016 ore 21 (DEBUTTO) Sala Barbarani a San Bonifacio mappa
4 ottobre 2016 ore 19,30 Corte Quadri a Lonigo (VI) mappa
14 dicembre ore 20,30 a Lonigo (VI)
 
Shakespeare Veneto Pieghevole
 

[Agenda]>>>

Info e contatti

 3298821528
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 @teatroprova.it 
download altri contatti
 
oppure iscriviti a
images[TeatroprovaNews]
per essere sempre informato via mail sulle nostre iniziative
 
 
sms gratuito
 ... e se diventi AMICO DEL TEATROPROVA
- ricevi info Sms gratuiti
- entri a biglietto ridotto
- entri a eventi riservati

Scopri come


Leggi la nostra brochure
Teatroprova.it Social
Teatroprova alla radio

Teatroprova in radio


Teatroprova è affiliata