[prossimamente]>>>

  
  
Il gatto con gli stivali miniatura 2012
Questa è la storia di un gatto speciale che con la sua astuzia farà la propria fortuna e quella del suo povero padrone. Bastano un paio di stivali e un sacco e il gioco è fatto!Teatroprova porta in scena attori e burattini per rendere ancora più viva questa storia!
[Attori e burattini] [30 minuti] [Video] [foto]
Prossime date
 

Trama

Alla morte del Padre mugnaio, Giacomino riceve in eredità un gatto. Il ragazzo è molto preoccupato per il suo futuro e non avendo di che vivere pensa perfino di mangiarsi il gatto. Ma il suo è un gatto speciale: parla, pensa ma soprattutto è molto, molto furbo. Promette ricchezza e felicità al suo padrone in cambio di un paio di stivali e un sacco. Giacomino accetta, e il gatto si mette all'opera.
Grazie alle proprie doti di cacciatore dona al Re ricche prede per conto del suo padrone, il Marchese di Carabas (che altri non è che Giacomino). Con una serie di abili sotterfugi si farà donare dal Re stesso dei bellissimi vestiti per il Marchese. Per convincere il Re che Il Marchese di Carabas è un ricco e bellissimo nobiluomo che possiede delle ricche terre, riuscirà perfino a configgere un potente Orco.
Infine farà incontrare al suo padrone la figlia del re, i due si innamoreranno e il Re sarà ben felice di concedere in sposa sua figlia al ricco, bello e nobile Giacom… scusate.. Marchese di Carabas.
E dopo tutte queste fatiche il gatto potrà finalmente vivere beato dando la caccia a topi e lepri solo per il suo personale divertimento.

Note di regia

La storia del gatto con gli stivali affonda le sue radici popolari nell'europa del 1500 e per molti versi racconta dell'ascesa della borghesia, nata dal popolo (il mugnaio) ma con la capacità di usare l'astuzia (il gatto) per soppiantare la vecchia nobiltà.
Il Teatroprova ne mette in scena una versione classica utilizzando però linguaggi teatrali che si mescolano fra loro (burattini a guanto, pupazzi, maschere, attori) e una scena che pur mantenendo la centralità della “baracca” dei burattini, ne allarga lo spazio su più livelli scenici.
Ne risulta uno spettacolo teatrale “completo” dove, narrazione, teatro di figura, teatro dell'arte e di prosa si intrecciano fra loro tenendo i bambini (e le loro famiglie) agganciati alla trama.
Al termine dello spettacolo vengono proposte ai bambini attività di trucco, disegno e addobbo che li rendono protagonisti della storia a cui hanno appena assistito.

Informazioni

 

Autore

Michele Teatin (Riduzione dall'omonima fiaba di Charles Perrault)

Genere

Spettacolo di  burattini a guanto e teatro d’attore (con animazione finale)

Lingua

Italiano

Durata

Atto unico (circa 35 minuti) + animazione finale (ai bambini sono proposte delle attività legate allo spettacolo)

 

Cast

Regia
Michele Teatin
In baracca
Graziano "Pino" Coltri (Somaro, Orco, Leone)
Antonella Di Gaetano (Re)
Michele Teatin (Contadini)
Annamaria Sofia (Gatto)
Elisa Spada (topolino)
In scena
Elena Tessari (Narratore)
Michele Teatin (Giacomino)
Annamaria Sofia (Gatto)
Elisa Spada (Principessa)
Musiche
Michele Teatin

Scheda tecnica

Contesto
Qualsiasi spazio, all'aperto o al chiuso
Impianti
La compagnia è indipendente per l'impianto luci e audio
Carico elettrico
3 kw, 220 V bipolare
SIAE
Testo e musiche non tutelati
Costo
Da concordare ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3298821528)

Dove siamo stati

Venerdì, 24 giugno 2016 ore 19,30 Piadineria Giangusto Arcole VR 
 
il-gatto-con-gli-stivali-locandina.jpg

Teatroprova è una associazione artistica amatoriale senza fini di lucro che opera in tutto l'est veronese grazie all'impegno volontario dei soci.

Il ricavato delle iniziative e degli spettacoli serve unicamente per le future attività della associazione

TeatroprovaNews

Iscriviti per rimanere informato


Ricevi HTML?

.... e se diventi "Amico del Teatroprova" entri a teatro a prezzo ridotto (Leggi tutto)
diventa AMICO DEL TEATROPROVA

(Cancella la tua iscrizione)

Teatroprova è affiliata

[Agenda]>>>